My World and My Story

l’idea di creare questo sito è nata con l’obbiettivo di inventare un portale interattivo dove sia possibile ammirare foto e video riguardanti i nostri viaggi intorno al mondo e tramite l’uso del blog condividere esperienze comuni o magari solo ricordare un felice momento passato insieme.

Mi chiamo Matteo Foli,

 e premetto che fin da piccolo, sentivo l’esigenza di

andare a vedere cosa c’era in fondo alla piazza, oltre la siepe o dall’altra parte del mare.

Tutto comincia da un fine estate di 11 anni fa, quando, all’epoca diciannovenne, chiacchierando con un caro amico decidiamo di intraprendere un viaggio di sei mesi attraverso Tailandia, Malesia e infine Australia.
Da quel “primo” viaggio in Australia ne è passata di acqua sotto i ponti, e le culture che man mano ho incontrato nel corso del tempo sono state molteplici dai Tana Toraja delle sulawesi, ai Masai della Tanzania, dagli aborigeni Australiani ai Buddhisti Theravāda del Laos, dai kibbutz Istraeliti ai cacciatori di teste del Borneo, dagli Zulu del Sud Africa ai Gaucho della Pampa Argentina, dai Sikh del Malawi ai Wektu Telu dell’isola di Lombok…

culture totalmente differenti ma che hanno innescato nella mia coscienza un ideale Cosmopolita.

il “segreto” ritengo debba essere ricercato nella capacità di immedesimarsi, di mettersi nei panni degli altri, di provare a guardare il mondo dai loro occhi, a ragionare con la loro testa, servendosi dei loro meccanismi mentali.

in  vacanza sono più propenso ad avventurarmi in luoghi e in contesti nuovi; mi faccio meno problemi e generalmente affronto le situazioni con maggior leggerezza ed intraprendenza.

Spesso anche a tavola sono disposto a sperimentare cibi e bevande “inusuali” o, comunque, diversi dalla mia alimentazione abituale. In altre parole, tendo ad uscire dalla mia zona di confort.

.

Sapete qual’è la differenza tra il viaggiatore ed il turista.
Il primo HA BISOGNO di viaggiare, mentre il secondo ha bisogno solo di rompere un po’ la monotonia giornaliera.

E ricordate…

Non c’e’ modo migliore per capire cosa veramente ci piace e cosa veramente ci manca di casa, quando non ce l’abbiamo più a disposizione per un lungo periodo.

Persone incluse.